Categoria: News

Il fenomeno migratorio rappresenta per il sistema sanitario una sfida sempre aperta, non solo in termini di quantificazione e analisi dei bisogni, ma soprattutto nell’ottica di un’adeguata organizzazione dei servizi. Nella fase storica attuale, infatti, la principale esigenza è quella di superare la parcellizzazione e l’estemporaneità delle soluzioni adottate nei diversi contesti regionali e locali, per approdare a pratiche di sanità pubblica e a modalità assistenziali basate sulle migliori evidenze scientifiche e improntate all’appropriatezza, all’efficienza e all’equità. A tale riguardo, elenchiamo di seguito alcune iniziative istituzionali che hanno contraddistinto il 2017 (ma anche il 2016) che oltre ad avere un valore in sé dal punto di vista politico e programmatorio, assumono anche un significato altamente simbolico, nell’ottica di un definitivo passaggio da una gestione improntata all’emergenza a una guidata dalla pianificazione e dalla capacità di governance. La cornice rimane comunque l’Accordo del 20 dicembre 2012 tra il Governo, le Regioni e le Province Autonome sulle “Indicazioni per la corretta applicazione della normativa per l’assistenza sanitaria alla popolazione straniera da parte delle Regioni e P.A.” (Rep. Atti n. 255/CSR), ancora non adeguatamente applicato, che ha fornito il giusto scenario di riferimento normativo anche per gli atti che citiamo. 

Commenti (0) Visualizzazioni:: 112

Categoria: News

 

La SIMM organizza i seguenti corsi di formazione negli ultimi mesi del 2017:

Titolo
  Luogo
Data

"MINORI STRANIERI IN ITALIA" SALUTE, DIGNITÀ, PROTEZIONE ED INSERIMENTO SOCIALE

  Senigallia (AN)

12 e 13 ottobre

XXV EDIZIONE CORSO BASE DI MEDICINA DELLE MIGRAZIONI II ed.


  ROMA


25, 26 27 ottobre 2017


RICHIEDERE PROTEZIONE INTERNAZIONALE IN FRIULI VENEZIA GIULIA: ACCOGLIENZA, SALUTE ED INTEGRAZIONE

  Udine

25 ottobre

CORSO DI FORMAZIONE IN CLINICA TRANSCULTURALE SULLA SALUTE DEI MIGRANTI FORZATI


  Trento                    


28 ottobre e 11 novembre


ARTICOLO TRENTADUE: INDIVIDUO, COLLETTIVITÀ, DIRITTI. LA SALUTE DELLA PERSONA IMMIGRATA (CORSO ANNULLATO)

  Reggio Emilia

3, 10, 17 novembre e 1 dicembre

LINEE GUIDA PER L’ IDENTIFICAZIONE E IL TRATTAMENTO DELLE VITTIME DI VIOLENZA INTENZIONALE


  Roma                                               


30 novembre                                


LINEE GUIDA PER LA PROGRAMMAZIONE SANITARIA E LA PROMOZIONE DELLE BUONE PRASSI


  Firenze                   


6 Dicembre 2017                         


 

Di seguito anche i corsi con il patrocinio SIMM o svolti in collaborazione con la SIMM:

Titolo

Luogo

Data

ESCMID Postgraduate Education Course: Migration Health

Palermo

1 – 4 ottobre 2017

Accertamento dell’età dei MSNA

Bari

5,6 ottobre e 26,27 ottobre

Il mediatore linguistico culturale nell'accoglienza. Richiedenti asilo, rifugiati e umanitari (Per iscriversi scaricare il modulo di iscrizione)

Arezzo

Dicembre 2017 - Marzo 2018

 

Per qualsiasi informazione o contatto scrivere a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Commenti (0) Visualizzazioni:: 786

Categoria: News

E’ disponibile la linea guida (LG) per fornire raccomandazioni sui controlli sanitari di profughi e richiedenti asilo intercettati dal sistema di accoglienza italiano e fugare così tutte le incertezze in materia. Si tratta del primo importante contributo scientifico a livello europeo su un tema estremamente attuale. Il documento è stato elaborato nell’ambito del Programma nazionale Linee Guida salute migranti, sviluppato dall’INMP in collaborazione con l’Istituto Superiore di Sanità, a partire dall’esperienza maturata nell’ambito del Sistema Nazionale Linee Guida, e con la SIMM, in quanto unico network scienti­fico specificamente volto alla tutela della salute degli immigrati e impegnato a sostenere le buone pratiche nell’assistenza sia a livello nazionale sia locale, attraverso i propri gruppi immigrazione e salute (GrIS).

La linea guida è rivolta ai decisori su base nazionale e locale, agli enti gestori dei centri di accoglienza e agli operatori sociosanitari e fornirà un pratico ausilio a fronte dell’incertezza ed eterogeneità nei comportamenti adottati sul territorio nazionale.

All’elaborazione delle raccomandazioni ha lavorato un panel multidisciplinare e multiprofessionale di esperti, scelti in rappresentanza delle principali società scientifiche interessate e di istituzioni sanitarie nazionali e internazionali. È stata seguita una metodologia rigorosamente evidence-based, che ha previsto una ricognizione sistematica della letteratura biomedica sui temi d’interesse (in totale, 1.059 documenti reperiti e valutati criticamente – 143 di essi sono contenuti in una rassegna messa a disposizione di quanti fossero interessati).

Sono state prese in considerazione le principali malattie infettive e diffusive (tubercolosi, malaria, epatite B e C, HIV, parassitosi, infezioni sessualmente trasmissibili) e alcune patologie cronico-degenerative (diabete, anemie, ipertensione, carcinoma cervice uterina) la cui diagnosi precoce si associa a una riduzione degli esiti negativi per la salute e dei costi per il Servizio sanitario nazionale. Sono state anche considerate alcune condizioni – quali la gravidanza – meritevoli di particolare tutela e in grado di modificare il percorso di accoglienza. Alla luce delle evidenze emerse, per ciascuna delle patologie e condizioni individuate, gli esperti del panel hanno elaborato delle raccomandazioni di taglio clinico-organizzativo, incardinandole all'interno di un percorso modulato e progressivo, che va dalla valutazione iniziale in fase di soccorso, alla visita medica completa in prima accoglienza, fino alla “presa in carico” vera e propria nella seconda accoglienza.

Questa è la prima LG prevista dal programma delle tre istituzioni e si integra con le linee di indirizzo “per il riconoscimento precoce e la presa in carico di migranti vittime di violenza intenzionale e di torture” pubblicate dal Ministero della salute lo scorso aprile.

Commenti (0) Visualizzazioni:: 1386

Hai trovato errori o refusi ti invitiamo a segnalarli al seguente link