Categoria: News

Maurizio Ambrosini ha pubblicato, sabato 13 marzo 2021, un articolo sull’Avvenire dal titolo Non solo polizia, 4 risposte per la marginalità giovanile, particolarmente prezioso per i nostri temi.
Aggiungiamo che l’isolamento, la solitudine, la forzata assenza da scuola durante l’epidemia non sono probabilmente estranei al disagio descritto dall’autore.

Abbiamo in più occasioni ricordato le difficoltà dei minori, misconosciute ma assai percepibili in ambito sociale (chi ricorda di aver visto, in passato, le gigantesche risse tra ragazzini di quest’ultimo anno?) e clinico (le osservazioni sono per ora aneddotiche, ma aspettiamo purtroppo presto i dati statistici su disagio psichico e atti autolesivi tra bambini e adolescenti).

Vogliamo promuovere iniziative per la salute fisica, mentale e sociale delle nuove generazioni di minori di origine straniera, e in particolare, seguendo un suggerimento dell’articolo di Ambrosini, il servizio civile tra questi ragazzi. I soci SIMM sono presenti in modo capillare nella società: mettiamoci all’opera.

Commenti (0) Visualizzazioni:: 1081

Categorie: SIMM News

Si evince da uno studio dell’Istituto Superiore di Sanità, pubblicato sul numero di febbraio dello European Journal of Public Health, che negli individui stranieri si registra un ritardo nella diagnosi di SARS-CoV-2 rispetto ai cittadini italiani, con le conseguenti peggiori sequele che una diagnosi tardiva comporta in termini di morbilità, ricoveri e mortalità. 

Le cause di una diagnosi ritardata vanno verosimilmente ricercate nel difficile accesso ai servizi sanitari, che è uno dei determinanti  della salute, in particolare alla medicina territoriale e ancora più nello specifico alla medicina generale, elemento cardine della prevenzione e della diagnosi precoce. 

Ci ricorda anche il sito EPICENTRO quanto fondamentale sia garantire ai cittadini stranieri l'accesso precoce al percorso diagnostico-terapeutico e alla vaccinazione anti-COVID-19, per facilitare il controllo della trasmissione della SARS-CoV-2 e migliorare gli esiti di salute globale. 

Qui è disponibile l’articolo open access “Epidemiological characteristics of COVID-19 cases in non-Italian nationals notified to the Italian surveillance system” pubblicato sul numero di febbraio dello European Journal of Public Health

Categorie: SIMM News

Il governo italiano sostenga presso l’Organizzazione Mondiale del Commercio la proposta di India e Sudafrica di esentare dal brevetto i prodotti utilizzati per combattere la pandemia da Covid-19 e in particolare i vaccini

Il Presidente Simm firma la lettera aperta al presidente del Consiglio, Mario Draghi, e ai presidenti di Camera e Senato affinché sostengano a livello europeo la proposta che è sul tavolo dell'Organizzazione Mondiale del Commercio (OMC) da diversi mesi e che chiede la sospensione temporanea del sistema dei brevetti per i prodotti Covid-19 almeno fino a quando non si sarà raggiunta l'immunità mondiale. La proposta, presentata dall'India e dal Sudafrica all'inizio di ottobre, permetterebbe a tutti i paesi del mondo di non considerare alcune delle disposizioni sulla proprietà intellettuale stabilite nell'accordo TRIPS, senza incorrere in sanzioni. Ad oggi oltre 100 paesi hanno accolto o sostenuto la proposta, mentre quasi 400 organizzazioni della società civile in tutto il mondo esortano i governi a sostenere con urgenza la proposta di sospensione temporanea dei brevetti.

Di fronte alla tragedia che ha colpito il mondo è imperativo che tutti gli strumenti di prevenzione, tracciamento e monitoraggio, contenimento e trattamento siano disponibili tempestivamente. È in gioco il diritto alla salute di miliardi di persone.
Chiediamo quindi al governo italiano di sostenere la proposta ed esortiamo la Commissione europea a non ostacolare la sospensione temporanea dei brevetti.

 

Ultime News

Hai trovato errori o refusi ti invitiamo a segnalarli al seguente link