Rapporti

In questa sezione si raccolgono dei rapporti sugli immigrati e sulla loro salute che possono essere utili per inquadrare correttamente il fenomeno.

La sezione è divisa in 5 ambiti:

il primo contiene rapporti che sono stati realizzati con la partepazione più o meno attiva della SIMM (da semplice consulenza a scrittura di capitoli, a coopartecipazione editoriale, ...);

Rapporti con partecipazione SIMM

il secondo presenta delle schede sulla consistenza quantitativa dell'immigrazione in Italia. E' stato scelto di includere fonti diverse, tutte autorevoli, per favorire il confronto, l'analisi e l'approfondimento;

Rapporti sull'immigrazione

il terzo ambito è più strettamente sanitario e contiene rapporti sulla salute sia da fonti ufficiali, da enti di ricerca, da ONG;

Rapporti sulla salute degli immigrati

il quarto propone dei rapporti internazionali sull salute degli stranieri;

Rapporti internazionali

il quinto raccoglie dei documenti ufficali specifici.

Rapporti ufficiali

Categorie: News Rapporti

In occasione del 25° anniversario dalla ratifica della Convezione ONU sui Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza, l’8 giugno 2016, il Gruppo CRC ha presentato il 9° Rapporto sui Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza in Italia, alla cui redazione hanno contribuito 134 operatori delle 91 associazioni del network tra cui la SIMM. La fotografia delle persone di minore età in questi 25 anni è profondamente cambiata: nel 1991 erano 11.222.308 (il 19,7% della popolazione), il tasso di natalità era di 9,79 % (nati vivi per ogni 1000 residenti), grazie ai 556.000 nuovi nati. Nel 2015, i minorenni sono 10.096.165 (16,6%), il tasso di natalità è sceso a 8 e i nuovi nati hanno toccato il minimo storico dall’Unità d’Italia (solo 488.000). Molti i progressi avvenuti in questi anni, ma le 143 raccomandazioni rivolte alle Istituzioni e contenute nel documento fanno riflettere su come il cammino sia ancora lungo. In particolare per i minori stranieri si raccomanda: al Ministero della Salute, in merito all’attuazione dell’Accordo Stato-Regioni e Province Autonome n. 255 del 20 dicembre 2012, di emanare indicazioni operative al fine di rendere finalmente possibile e uniforme nelle Regioni l’iscrizione al SSR di tutti i minori – indipendentemente dalla loro condizione amministrativa – e, in particolare, dei minori in condizioni di vulnerabilità (STP ed ENI). Si raccomanda, inoltre, l’individuazione di un codice unico di esenzione dalla partecipazione alla spesa sanitaria nazionale per i richiedenti protezione internazionale … e al Ministero dell’Interno, al Ministero della Giustizia, al Ministero della Salute e alle Regioni e Province Autonome di dare piena attuazione, anche attraverso specifiche indicazioni operative valide su tutto il territorio nazionale, al Protocollo per l’identificazione e per l’accertamento olistico multidisciplinare dell’età dei minori non accompagnati, approvato dalla Conferenza delle Regioni.

 

Commenti (0) Visualizzazioni:: 3731

Hai trovato errori o refusi ti invitiamo a segnalarli al seguente link