Categoria: News

Il 6 gennaio 2017 è entrato in vigore il regolamento che definisce i meccanismi per la determinazione dell’età dei minori non accompagnati vittime di tratta. L’Associazione Studi Giuridici sull’Immigrazione (ASGI), la Società Italiana di Medicina delle Migrazioni (SIMM) e altre 25 associazioni impegnate in prima persona con e per gli immigrati, chiedono di non lasciare senza tutela nessuno. Il Regolamento chiarisce le procedure che devono essere adottate per determinare l’età dei minori vittime di tratta e introduce alcune fondamentali garanzie. La corretta identificazione come minorenni dei ragazzi e delle ragazze di età inferiore ai 18 anni costituisce un presupposto essenziale per la loro protezione e assistenza. Tuttavia, vi sono ancora significative lacune normative per quanto riguarda i minori non accompagnati che non siano riconosciuti come vittime di tratta. Questi ultimi rappresentano ad oggi la quasi totalità dei minori non accompagnati presenti in Italia (in alcuni casi effettivamente non vi è alcun reato di tratta, in altri casi il minore è vittima di tratta ma non viene riconosciuto come tale). Si auspica pertanto che le disposizioni previste dal D.P.C.M. n. 234/16 siano applicate in via analogica a tutti i minori stranieri non accompagnati, anche non vittime di tratta. Apparirebbe del tutto irragionevole, infatti, ipotizzare che i meccanismi per la determinazione dell’età debbano essere differenti a seconda che il minore non accompagnato sia o meno vittima di tratta, fatta eccezione per l’esigenza di tenere in considerazione gli specifici traumi derivanti dallo sfruttamento e dagli abusi subiti dai minori vittime di tratta.

Commenti (0) Visualizzazioni:: 25

Categorie: Formazione News
 
Il Comitato tecnico per Formazione della Simm lavora alla definizione del piano formativo 2017. L'obiettivo è quello di progettare e coordinare proposte formative che valorizzino un approccio multidisciplinare e che diffondano consapevolezze e competenze ai professionisti impegnanti nella tutela del diritto alla salute per tutti.
Se vuoi inviare una proposta, se vuoi segnalare una tematica oppure proporre un partenariato, scrivi all'indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

Categoria: News

La Società Italiana di Pediatria, in collaborazione con il Gruppo di Studio del Bambino Migrante e il regista Piero Li Donni ha realizzato un filmato dal titolo “Come tutti i bambini”, che è stato presentato in apertura agli Stati Generali della Pediatria, tenutisi a Firenze il 19 novembre 2016.

Il video, ambientato a Pozzallo e a Palermo, coniuga la “narrazione” filmica della condizione di tanti minori migranti che, soli o accompagnati, arrivano in Italia, ad alcuni messaggi importanti relativi alla loro accoglienza socio-sanitaria e alla tutela del loro diritto alla salute.

Arricchito dalla partecipazione, in qualità di attori e voce narrante, di bambini e adolescenti che hanno vissuto direttamente l’esperienza migratoria, il filmato vuole essere uno strumento di sensibilizzazione e informazione nell’ambito di una più vasta azione di advocacy a favore dei diritti di questi minori, in un’ottica di equità e inclusione.

Commenti (0) Visualizzazioni:: 267

Hai trovato errori o refusi ti invitiamo a segnalarli al seguente link