Categoria: News

Cara socia / Caro socio,

ti scrivo in una giornata particolare, la prima "Giornata della memoria e dell'accoglienza", dedicata alle vittime della migrazione, in ricordo della tragedia del 3 ottobre 2013 quando, come ricorderai, a largo di Lampedusa morirono 368 persone (e ai 150 superstiti è stato poi contestato il reato di clandestinità!). La legge n. 45 del 21 marzo 2016 - della cui approvazione occorre ringraziare il 'Comitato Tre ottobre' - ha infatti riconosciuto (almeno) il diritto al ricordo. Noi non avevamo dimenticato, ma speriamo che questa iniziativa possa aiutare a sensibilizzare maggiormente chi tende a non ricordare perchè non vuole o non riesce a vedere, e a far riflettere i più giovani. La nostra esperienza ci insegna che, purtroppo, quasi ogni giorno dell'anno potrebbe essere utilizzato per ricordare le vittime di una migrazione che, in assenza di canali umanitari, rappresenta una minaccia per la vita stessa dei migranti. Nel frattempo in Ungheria l'attuale premier, per invitare i cittadini a votare contro le quote di ridistribuzione dei profughi stabilite dall'Unione Europea (che gliene assegnerebbe in tutto 1.200), ha utilizzato cartelloni stradali in cui si dice che i migranti portano pericolose malattie trasmissibili... un triste déjà vu... che per fortuna non è bastato.

L'obiettivo primario di questa comunicazione è però quello di aggiornarti sulla vita della SIMM.

La prima novità è che il 2 settembre si è insediato il nuovo Consiglio di Presidenza per il quadriennio 2016-2020, eletto in occasione del nostro Congresso a Torino nel maggio scorso e composto da: Chiara Bodini (Bologna), Manila Bonciani (Firenze), Luisa Mondo (Torino), Marco Mazzetti (Milano), Alessandro Rinaldi (Roma), Emanuela Forcella (Roma), Maria Edoarda Trillò (Roma) e Maria Laura Russo (Marsala-TP). Sulla base di quanto previsto dal nostro Statuto e dal suo Regolamento: come Segretaria-Tesoriera è stata eletta all'unanimità Emanuela Forcella (che, segnalo con piacere, è un'antropologa); sempre all'unanimità, è stata eletta quale Vice Presidente Manila Bonciani (che, a ulteriore dimostrazione della nostra effettiva multidisciplinarietà, è una sociologa); il Consiglio mi ha nominato coordinatore dei GrIS, ed ho successivamente delegato tale ruolo a Salvatore Geraci, che farà anche da 'cerniera' tra Consiglio di Presidenza e referenti/rappresentanti dei GrIS nell'Organismo di Collegamento Nazionale; quale Responsabile nazionale per la Formazione è stata eletta Maria Laura Russo (anch'essa sociologa, che già apparteneva al Comitato tecnico per la formazione). I revisori dei conti (Erminio Biacchi, Simona La Placa e Daniela Panizzut) erano già stati direttamente eletti nell'Assemblea dei soci di maggio scorso.

Nel rileggere una lettera ai soci del marzo 2010 del mio predecessore e amico Mario Affronti ho trovato questo incipit: "...quella ereditata dal nuovo Consiglio di Presidenza è una società viva e forte. E di ciò va dato merito a tutta la grande famiglia SIMM e soprattutto a [Mario Affronti] ed agli ultimi Consigli di Presidenza, che hanno saputo improntare la nostra Società di umile servizio ed efficace operosità, dando voce autorevole ai migranti presenti in Italia e realizzando con e per loro importanti traguardi di sanità pubblica". Non posso che farla convintamente mia, limitandomi ad una necessaria attualizzazione nei nominativi.

Leggi Tutto Commenti (0) Visualizzazioni:: 1107

Categorie: News Altri eventi

A Firenze, dal 14 ottobre 2016 al 8 Aprile 2017, si terrà un percorso formativo che avrà durata di 120 ore (corrispondenti a 15 CFU) di lezioni in aula con modalità partecipata e interattiva.

Il Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali dell’Università di Firenze, in collaborazione con il Centro Salute Globale (Regione Toscana e AOU Meyer), ASGI, Centro Studi Sagara e Laboratorio Forma Mentis, propone il Corso di Perfezionamento Universitario: Migrazione, Salute, Diritti. Un approccio multidisciplinare alle relazioni interculturali, per rispondere al bisogno di interpretare il fenomeno della migrazione in tutta la sua complessità, nel suo manifestarsi e nel suo divenire, attraverso strumenti adattabili e necessari per studiare le sue sfaccettature, per comprendere, agire e interagire in risposta alle sue manifestazioni.
In un panorama sempre più nutrito di offerte formative in materia di immigrazione e protezione internazionale, si avverte la necessità di attivare un insegnamento che ha l’ambizione di affrontare la tematica globale in chiave multidisciplinare.
Cinque le tematiche di approfondimento: global health, modulo giuridico, antropologico culturale, etnopsichiatrico, gestione e mediazione dei conflitti.

I destinatari: laureati in tutte le discipline. Operatori del Privato Sociale che lavorano in ambiti di accoglienza, Aziende Sanitarie, Cooperative, Onlus-ONG, in possesso di laurea; ma anche docenti e educatori che si confrontano con una realtà sempre più multiculturale.
Nella prima giornata, aperta al pubblico, si terranno le lezioni magistrali di esperti delle tematiche.

Le iscrizioni, per un numero massimo di 35 laureati, rimarranno aperte fino al 23 settembre.

Informazioni dettagliate nel bando presto disponibile su www.unifi.it/perfezionamento.

Per informazioni:
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Centro di Salute Globale www.centrosaluteglobale.eu

Categorie: News Altri eventi

V Congresso Internazionale su Migrazione e Salute Mentale

Questioni circa il benessere integrale dei migranti

Roma, sabato 19 novembre 2016, h. 8:30 /19:00
c/o Pontificia Università Urbaniana - Via Urbano VIII, 16

L’evento, sotto la direzione del Prof. Joseba Achotegui, Segretario Generale della Sezione di Psichiatria Transculturale della Associazione Mondiale di Psichiatria, vedrà la presenza di organizzazioni, specialisti e professionisti dall’Italia, dall’Europa e dal mondo che condivideranno pratiche e risultati del loro lavoro di ricerca e azione sul territorio.

La partecipazione al Congresso è aperta a professori, ricercatori, professionisti e a tutte quelle persone che lavorano nell’area sociale del mondo della migrazione, (appartenenti a istituzioni pubbliche o private). È quindi possibile inviare la propria proposta di intervento all’indirizzo mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. indicando il titolo, un abstract in inglese di massimo 250 parole e precisando se si tratta di una relazione o di un poster: per entrambi è previsto un numero limitato di accettazione. Data limite per l’invio della proposta è il 15 settembre 2016.

Il Congresso è poi aperto a tutti coloro che lavorano nel complesso e globale mondo della migrazione.
Non è necessario essere esperti e potranno partecipare sia le persone che hanno vissuto un’esperienza di migrazione sia i volontari e gli operatori di associazioni, esperienze del territorio, istituzioni pubbliche o private che lavorino con migranti

Il congresso è patrocinato da varie istituzioni; tuttavia per coprire i costi dell’organizzazione viene richiesto un contributo minimo di € 10,00 a persona che  potranno essere dati il giorno stesso dell’evento.

INFO: 347.5730360 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Allegati:
Scarica questo file (Proogramma ITA_VCongresso_int_Migrazione_SaluteMentale.pdf)Programma Congresso1709 kB

Hai trovato errori o refusi ti invitiamo a segnalarli al seguente link