Accoglienza e protezione dei minori stranieri non accompagnati in Italia: finalmente approvata la legge che stabilisce una disciplina unitaria organica in materia

Categoria: News

Nel triennio 2014-2016 sono stati oltre 55.000 i minori stranieri non accompagnati (MSNA) sbarcati sulle coste Italiane. Al 31 dicembre 2016 erano oltre 17.300 quelli presenti nelle specifiche strutture di accoglienza: 6,7% femmine e quasi 10.000 i diciassettenni ma anche 46 bambini sotto i 6 anni!

Da tempo si chiedeva una legge organica al fine di rafforzare gli strumenti di tutela garantiti dall'ordinamento in favore dei minori stranieri. La Legge 7 aprile 2017, n. 47 (in G.U. 21 aprile 2017, n. 93) “Disposizioni in materia di misure di protezione dei minori stranieri non accompagnati” completa un percorso che l’Italia da tempo ha avviato.

Si tratta del primo provvedimento organico in Europa dedicato all’accoglienza e alla protezione dei tanti bambini e adolescenti che giungono da soli nel nostro territorio, scappando da realtà (guerra, persecuzione, povertà ecc.) in cui è loro negato il “diritto inerente alla vita” e al futuro (art. 6 Convenzione di New York).

In particolare, questa nuova legge risponde alle criticità del sistema italiano di accoglienza che sono emerse nel corso degli ultimi anni, ridefinendo alcuni importanti punti come:

  • Divieto assoluto di respingimento alla frontiera dei MSNA.
  • Ampliamento del divieto di espulsione. Il provvedimento di espulsione può essere adottato solo a condizione che non comporti "un rischio di danni gravi” per il minore.
  • Accoglienza, da garantire il più precocemente possibile in specifiche strutture con l’estensione dell'accesso ai servizi dello SPRAR (Sistema di Protezione per Richiedenti Asilo e Rifugiati) a tutti i MSNA.
  • Tutela legale. E’ prevista l’istituzione di elenchi di tutori volontari su tutto il territorio nazionale e la promozione dell’affido familiare.
  • Procedura unica d’identificazione del minore. Sono introdotte maggiori garanzie procedurali, tra cui la presenza di mediatori culturali e l’armonizzazione delle pratiche di accertamento dell’età nell’ambito di un approccio olistico multidisciplinare per evitare esami medici invasivi, quanto inutili.
  • Sistema informativo nazionale dei MSNA che comprende la raccolta delle cartelle sociali contenenti tutti gli elementi utili alla determinazione del successivo percorso del minore, anche per quanto riguarda i procedimenti amministrativi e giudiziari, nel suo superiore interesse.

Questa legge, pur presentando ulteriori margini di miglioramento, rappresentata un importante passo avanti nel percorso di tutela dei diritti dei MSNA in Italia, in un’ottica d’inclusione ed equità.

Leave your comments

Post comment as a guest

0
Your comments are subjected to administrator's moderation.
  • No comments found

Hai trovato errori o refusi ti invitiamo a segnalarli al seguente link